Tu, per favore, non li ascoltare

Pare che al giorno d’oggi 7 bambini su 10 non si ricordino esattamente che cosa hanno scritto sulla letterina di Babbo Natale.

La cosa fa riflettere e non poco.

Pare che i maschietti chiedano videogiochi, console e giochi supertecnologici. Nintendo è il termine onnipresente sulle letterine.

Le femminucce non sono da meno e i giochi interattivi sono soltanto l’ultimo anello dell’evoluzione dei giochi più classici che virano verso la tecnologia.

PC, tablet, smartphone, Wii e chi più ne ha più ne metta…

Già a 7 o 8 anni chiedono lo smartphone perché stufi di dover usare quello soppiantato da mamma e papà (anche perché il piu delle volte non ha manco la sim).

Certo, anche Seba ha provato a chiedere la Nintendo (che lui chiama Intendo, come un’ipotetica forma verbale transitiva che mi fa sorridere), ma sa che se la può scordare, almeno fino a quando vivrà in questa casa.

Quindi, caro Babbo Natale, porta più palloni quest’anno, bambole, libri, puzzle, costruzioni, trenini, giochi di società. Laddove ci vada una pila o una presa, ti prego, fermati.

Tappati le orecchie e non li ascoltare. Porta giochi vecchi. Porta giochi veri.


4 risposte a "Tu, per favore, non li ascoltare"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...