Sulle foto dei profili WhatsApp

Mi è piaciuta tantissimo la nuova maestra di danza di Ludovica che, non avendomi mai vista prima, nel momento in cui la mia amica Patrizia ha cercato di presentarci ha risposto con candore:

“Sì ho capito che è la mamma di Ludovica perché l’ho riconosciuta. Ieri sera ho guardato la foto del suo profilo WhatsApp”.

“Oh…”

Ho pensato io. “Finalmente qualcuno che ammette che ogni tanto va a guardare le foto dei profili Whatsapp!”.

Chi non lo fa? Chi non l’ha fatto almeno una volta?

Ricevo una chiamata da un numero sconosciuto. Memorizzo il numero e vado a vedere la foto profilo. Scopro che è un conoscente o un parente di cui non avevo il numero.

Oppure scopro, invece, che è una persona che non conosco o che credo d non conoscere.

O ancora, scopro che è una persona che preferirei non conoscere ma che, ahimè, conosco. È solo che avevo rimosso il suo numero (adesso mi toccherà ricancellarlo!).

I più odiosi sono quelli che non mettono proprio la foto profilo. Non si capisce se lo fanno perché non sono capaci o se è una scelta motivata. Fatto sta che quella sagoma grigia è davvero inquietante…

Le cose si complicano quando le foto profilo non corrispondono alle facce dei proprietari dell’account.

Ecco alcuni esempi:

  1. La foto ritrae un mazzo di fiori (conosco oltre una decina di questi soggetti);
  2. La foto è un paesaggio naturale (si spera un posto bello);
  3. I soggetti della foto sono elementi d un paesaggio (sassi, foglie, cartelli, conchiglie);
  4. I soggetti dello scatto sono animali (cani e gatti per lo più);
  5. L’immagine riporta una scritta (di solito un’aforisma, un proverbio o una frase divertente).

Ecco, in tutti questi casi ci si chiede che faccia abbia l’utente in questione (e sperando sempre non sia davvero un cane!).

Poi ci sono anche quelli che mettono immagini di altri, del tipo:

  1. Un personaggio di fantasia (Mafalda, Paperino, Peppa pig e cosi via);
  2. Un attore/attrice/personaggio famoso;
  3. I figli/nipoti/compagni.

Poi ci sono i migliori, quelli che ci mettono davvero la faccia esibendo la propria foto.

In questo caso si trovano foto profilo di questo genere:

  1. Del diretto interessato (a figura intera, in primo piano, a distanza raavvicinata. Con o senza filtri);
  2. Del protagonista insieme ai propri parenti (figli, nipoti, fratelli, sorelle);
  3. Del protagonista con degli amici;
  4. Del diretto interessato accanto a tese mozzate (in questo caso il malcapitato parente o amico è stato tagliato via dalla foto, ma se ne intravede ancora un braccio, un pezzo di testa, un orecchio).

I miei preferiti sono sempre questi ultimi. Io stessa in molte foto profilo ho mozzato teste di parenti (anche molto stretti) o amici.

Quelli che proprio non sopporto, lo devo dire, sono quelli che non mettono nessuna foto o immagine, lasciando il pallotto col profilo grigio.

Non classificabili, invece, i nostalgici che mettono foto di sé stessi ma di troppi anni fa (che, alle volte, equivale a mettere foto di perfetti sconosciuti!).


9 risposte a "Sulle foto dei profili WhatsApp"

  1. Io fustigherei quelli che mettono le foto dei figli. Primo perchè mi pare una violenza al diritto alla privacy dei minori, secondo perchè, io come te, ricorro al profilo per sapere qualcosa di un numero sconosciuto, e mi imbatto nei pupi …

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...