Credo

Credo nel valore dei piccoli gesti, quelli minuscoli che sembrano servire a poco, ma valgono eccome.

Credo nell’abbraccio più che nel bacio. Un abbraccio per amarsi, per capirsi, per stringersi e dirsi tutto.

Credo nella perseveranza, nella tenacia e nel sudore, che se dosati nel giusto modo avvicinano alla meta.

Credo nel profumo del Lenor, l’ammorbidente azzurro che conferisce delicatezza e soavità a capi e pensieri.

Credo nell’empatia, perché chi ti capisce ti sta già offrendo il dono migliore che possa regalarti.

Credo nelle scelte impopolari e nelle strade poco battute. Anche se spesso sono tremendamente difficili da sostenere e da percorrere.

Credo negli addominali, perché se allenati bene aiutano nella postura, nei movimenti e a dare il giusto peso ai pensieri in bilico.

Credo nella numerologia e nella ricorrenza di date e nomi nelle nostre vite, come dei trapassati che ritornano.

Credo nella forza di una parola ben detta, in cui si crede davvero, pronunciata senza indugi e con lo sguardo che perfora.

Credo nelle persone che dimostrano che nella vita si possa anche cambiare idea, anche se mai l’avresti detto.

Credo nei sogni. Perché anche se non ci credi abbastanza ti aiutano a stare in piedi, assieme a un buon equilibrio.

Credo nella forza straordinaria e contagiosa della motivazione, che vale mille volte una competenza appresa sbadigliando.

Credo nell’eleganza dei gesti, slegati dall’abito, dall’acconciatura, dalla statura, dalla manicure.

Credo nella bontà di Nutella, Coca Cola, patatine fritte e affini. E nella bontà  dell’animo umano.

Credo nelle affinità elettive, quelle che partono come scosse elettriche e ci guidano verso la ricerca delle somiglianze.

Credo nella capacità di sintesi. Che se vuoi spiegare un concetto non devi per forza usare millemila parole.

Credo nelle vite piene, che se la tua vita è piena di cose, interessi, persone difficilmente ti viene da farti gli affari degli altri e campi cent’anni.

Credo nell’essenzialità. 

Credo nei segni del destino. E che quando tiri troppo la corda lui si possa prender gioco di te.

Credo nell’importanza dei ricordi, quelli che ti indirizzano, ti sostengono e ti scaldano il cuore.

Credo nella superiorità assoluta della donna, in termini di sopportazione del dolore, propensione al sacrificio e predisposizione al pettegolezzo.

Credo in una realtà sostenibile anche senza asciugatrice, ancorché in famiglia si è in cinque e certo non si può dire che sia facile.

Credo che credere in sé stessi sia sempre una cosa buona, anche se in fondo ti senti imperfetto, claudicante o un po’ malconcio.


13 risposte a "Credo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...