mammagisella

L’11 ottobre è la Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze.

Lo scopro casualmente, scorrendo le notizie sui Social durante il mio consueto viaggio in treno.

Leggo articoli sulla schiavitù, sul dramma delle spose bambine, sulle violazioni sul corpo, su un percorso ad ostacoli che tante volte, per noi bambine, inizia già prima di nascere.

Penso alle mie bimbe. Bambine nate dalla parte giusta della terra. Bambine spensierate, protette, coccolate. Bambine fortunate.

Penso a mio papà, che mi chiama ancora “bambina” nonostante abbia ormai 40 anni suonati e in quel suo appellativo dimora tutta la tenerezza, la cura e il rispetto che si sente ancora di darmi.

Penso con il sorriso alla bambina che sono stata. Sempre un po’ goffa, anche se posata, gentile, generosa. Sempre un po’ troppo seria in quel non essermi sentita mai bambina.

Penso alle bambine di cui mi sono presa cura

View original post 301 altre parole

Annunci