L’anno scorso di questi tempi avevamo stilato l’elenco delle 10 principali atrocità in termini di abbigliamento dell’estate 2015, in cui figuravano cinture e sandali borchiati, sandali con calzino, camicie hawaiane, canotte della salute con collana d’oro e così via.

Quest’anno non vedo variazioni di rilievo nell’abbigliamento trash di noi italiani, se non fosse per un’inquietante new entry riguardante le calzature di noi donzelle, ovvero…

… LA SCARPA SPORTIVA CON ZEPPA ALL’INTERNO (da leggere con tono fantozziano).

Ora, ecco, io non sono un’esperta di look né, tantomeno, una modaiola Sono peraltro abituata, scorrazzando in una grande metropoli, all’incontrovertibile filosofia “Tutto si può”, ma la scarpa sportiva con zeppa interna, lasciatemelo dire, proprio no, non si può!

Certo, le recenti sfilate ci hanno propinato nuove tendenze al limite della fantascienza. A solo titolo di esempio segnalo la coperta che si trasforma in accessorio, lo yeti-look, gli shorts invernali, i cappelli con le orecchie, il pigiama-look, fino ad arrivare agli stivali estivi e alle coroncine sulla testa.

Ecco, le tendenze sopra enunciate denotano certamente una personalità eccentrica o bizzarra, ma ci stanno, tutto sommato. Al limite sono affari di chi le fa proprie.

Come dice un mio amico, si sa, in termini di abbigliamento, ognuno ha la sua tazza da the.

Però, ripetiamolo in coro, la scarpa sportiva con la zeppa interna no, non si può! N O N  S  I  P U O’ ! ! !

Ho capito che venderemmo anche la nostra mamma per qualche centimetro in più, ma dai, siamo obiettive, le scarpe in questione hanno un non so che di agghiacciante.

Innanzitutto la zeppa interna non è politically correct. Piuttosto usiamo la zeppa in evidenza (anche quella in alcuni casi non si può vedè ma, suvvia, possiamo lasciarla passare. Io stessa la uso eccome, naturalmente per acquistare quei 10 cm in più di cui la natura non mi ha dotata…). La zeppa nascosta mi sa proprio di escamotage, del tipo “Voglio i centimetri in aggiunta ma senza far vedere che c’è il trucco”.

Secondo: vogliamo parlare del controsenso filosofico della zeppa all’interno della scarpa sportiva? Se uso una scarpa sportiva è per stare comoda, non per essere glamour o più slanciata. Eddai!

Infine, ricordiamo sempre che un conto è avere un fisico mozzafiato ed essere come una di quelle stangone a cui sta bene di tutto e un conto è essere una povera comune mortale per la quale qualsiasi mossa un po’ troppo audace diventa eccessiva.

Ops… Attenzione…

Mentre scrivo, diverse amiche mi segnalano che la calzatura in questione non è affatto  una novità di quest’anno ma che imperversa da noi almeno da un paio d’anni. Mi tocca, quindi, rettificare quanto scritto inizialmente e considerarla non una new entry del 2016 ma un genere di calzatura la cui normalità è ormai acquisita e consolidata. Aiuto!

Ok, ok, vivrò anche in differita, visto che di alcune tendenze mi accorgo a distanza di tempo, ma, lasciatemelo dire…

… Al di là dei possibili abbinamenti o del fisico della fanciulla in questione… Io dico no alla SCARPA SPORTIVA CON ZEPPA ALL’INTERNO che rappresenta, secondo me, davvero un oltraggio alla comune decenza!

Annunci