La famiglia secondo me

 

Si fa tanto parlare di famiglia tradizionale.
In questo periodo, poi…

Sarò breve, anche perché sul tema mi sono più volte e lungamente espressa, constatando visioni distanti e diverse dalla mia. Giustamente. Ma continuo a pensarla alla mia maniera.

Io ritengo che una famiglia si basi su un profondo legame d’amore e sul senso di condivisione (di esperienze, quotidianità, di odori e sapori, di litigate, di sorrisi, lacrime e percorsi, di rotture di palle e vittorie) al di là del tipo di composizione e del genere sessuale della coppia genitoriale.

Con questo voglio dire che, al di là delle leggi e della normativa, che poco mi interessano quando osservo la realtà per quello che è, tante famiglie diverse da quella cosiddetta “tradizionale” esistono e, mi spiace cari paolotti de’ noialtri, funzionano.

Eh già, funzionano eccome. E i bambini sono tutt’altro che frustrati, disagiati o infelici.

Famiglie con soltanto la mamma, con una mamma e un papà altrove, o viceversa, famiglie con genitori provenienti da culture diverse, famiglie con figli color caffelatte adottati, famiglie con due mamme, famiglie in cui i genitori, udite udite, non sono sposati.

Di queste famiglie ne conosco tante, e le amo. Allo stesso modo, conosco  famiglie all’apparenza tradizionalissime in cui il papà mena i figli. In cui la mamma trascorre la giornata fuori casa affidando i bambini alle cure della baby sitter. Famiglie in cui i bimbi crescono senza alcun riferimento affettivo da parte di genitori per lo più assenti.

Diciamo che mi piace pensare che, come dimostrano ormai da anni ricerche scientifiche longitudinali, i bambini crescono sani, felici e senza particolari disturbi emotivi se hanno dei genitori sufficientemente buoni (giusto per scomodare il grande psicoanalista Donald Winnicott) che si prendono amorevolmente cura di loro e che li rispettano.

Questo al di là del loro colore della pelle, dei gusti sessuali, dell’orientamento politico o religioso, delle preferenze di stile o alimentari!!!

Questa, e soltanto questa, è la mia idea di famiglia.


17 risposte a "La famiglia secondo me"

    1. Ma sai. Ho visto sia per lavoro, sia per esperienza, situazioni molto diverse fra loro e dove le persone stavano bene o stavano male, ma indipendentemente dal fatto che la famiglia fosse o meno quella tradizionale.
      In particolare ho visto situazioni di abbandono emotivo o di anaffettivita’in famiglie assolutamente insospettabili! grazie Ro, per il tuo commento su questo post che è particolarmente vecchio…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...