Cara Baby,

ho letto e riletto la tua mail e ti rispondo direttamente qui sul blog perche credo che l’’argomento possa essere utile anche ad altri.

So che cosa è significato assistere così da vicino a un terribile esempio di SIDS, chiamata anche, comunemente, sindrome da morte infantile del lattante. La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita e ha un’incidenza stimata che oscilla tra 0,7 e 1 per mille. Non oso immaginare che cosa possa significare essere colti da una tale tragedia e capisco perfettamente il senso di angoscia che ti sta assalendo adesso che mancano così pochi giorni all’arrivo del tuo piccolo.

Intanto ti anticipo che, nonostante sia un fenomeno che non ha ancora trovato una spiegazione scientifica, esistono alcune importanti raccomandazioni per ridurre il rischio di SIDS, di cui forse si parla ancora poco. Te le elenco:

  • Il bambino deve dormire supino
  • L’ambiente dove dorme non deve essere troppo caldo
  • In caso di febbre il bambino deve essere coperto di meno
  • Si consiglia di far dormire il bambino nella sua culla e non nel letto dei genitori
  • Non bisogna fumare nell’ambiente in cui soggiorna o si dorme
  • L’uso del succhiotto è considerato oggi un fattore di attenuazione del rischio

So che quanto si legge sui libri o in rete si scontra contro quanto sperimentato realmente, quindi immagino l’ansia che ti sta assalendo adesso che mancano pochissimi giorni alla data del parto.

Forse ti capiterà, quando il cucciolo sara’ fra voi,
come succede a tanti genitori, di svegliarti nel bel mezzo della notte per avvicinarti alla sua culla e assicurarti che il piccolo stia respirando.

Sta’ tranquilla. Tutto andrà benissimo. Hai soltanto bisogno di un “supporto” che ti aiuti a stemperare l’ansia. E io ho trovato per te una soluzione geniale e che ti farà stare tranquilla (o, almeno, un po’ più serena): si tratta di un Baby monitor per il controllo del sonno dei neonati. Di questi aggeggi, oggi, ne è pieno il mercato. Il loro obiettivo è quella di monitorare il sonno dei piccoli e rendere meno ansiosi i genitori che potranno riposare o lavorare in tranquillità, sapendo di venire avvisati qualora sorgesse una situazione potenzialmente pericolosa.

Uno fra questi mi è stato regalato e ne ho potuto testare personalmente la qualità e la facilità d’uso. Si tratta del Baby Monitor Snuza Hero , un dispositivo ad alta sensibilità che monitorizza il respiro del bambino ed i suoi movimenti durante il sonno, attraverso il contatto con il suo corpo. Non è necessario collegare fili o compiere operazioni particolari, basta farlo aderire all’addome e accenderlo.

Perché proprio Snuza Hero? Perché, a differenza degli altri Baby Monitor questo, oltre a monitorare riesce anche, in un certo senso, a intervenire.

In che senso? Mi chiederai tu. Diciamo che, in caso di apnea, il dispositivo sollecita la respirazione del piccolo e, in emergenza, dà l’allarme.

Ti spiego, velocemente, come funziona.

Il dispositivo, dotato di un morbido e sensibile sensore, si attacca con una clip al bordo superiore del pannolino, in modo da aderire alla zona addominale del neonato. Esso rileva anche il minimo movimento addominale e ti avvisa se i movimenti del bambino sono molto deboli oppure inferiori alla normalità. Se non viene rilevato alcun movimento addominale per un periodo di 15 secondi, Hero vibrerà delicatamente. Il più delle volte questa vibrazione è sufficiente per risvegliare il bambino e ripristinare la normale respirazione. E tu non te ne accorgerai neanche, perché il monitor non emette segnali acustici. Se, però, dopo tre episodi di vibrazione, la respirazione non riprende normalmente, emetterà un allarme sonoro.

Purtroppo, non è così fuori dal normale che un neonato abbia dei fenomeni di respirazione non regolari e, se ci pensi, quando ciò succede, il tempo può significare molto. Questa è, chiaramente una misura di prevenzione aggiuntiva che, accompagnata dalle precauzioni per un “Sonno Sicuro” (di cui ti parlavo prima) secondo me può infonderti una buona dose di serenità e tranquillità.

Onestamente è la prima cosa che mi è venuta in mente di suggerirti quando ho letto la tua mail. Non pensare a un aggeggio voluminoso o fastidioso. Hero è piccolo piccolo (considera che è più piccolo del pugno di una mano) e il suo sensore è morbidissimo. I movimenti del bambino non vengono assolutamente limitati o impediti. E’ portatile e facile da usare.

Secondo me un dispositivo del genere, a differenza dei monitor acustici più comuni che si limitano a lasciar ascoltare i versi o il respiro del neonato da una stanza all’altra, rilevando anche i movimenti e la respirazione del neonato è un prodotto sicuro ed efficace.

Se vuoi io ti posso regalare il mio. Lo trovi anche su Internet. Collegati a questo sito.

Tienimi aggiornata sulla data del parto. Verremo tutti a festeggiarvi. Intanto riposati e cerca di pensare positivo: andrà tutto alla grande.

Con tanto, tanto affetto. Ti abbraccio.

MESSAGGIO AI NAVIGANTI: La Snuza Hero non mi corrisponde neanche un euro per questo post. Non si tratta quindi di un messaggio pubblicitario. E’ un prodotto che ho testato personalmente e che suggerisco per gli  usi del caso.

imagesCA4KOI5K

Annunci