La prima volta che ho sentito parlare di lista nascita per neonati, una decina di anni fa dai miei parenti del nord Europa, ho pensato si trattasse di una consuetudine che non avrebbe mai preso piede in Italia. Ho sostenuto davanti a loro che da noi sarebbe stata interpretata come una cosa di cattivo gusto. “Come, devo  dire io a te quello che mi devi regalare?”.

Mi sbagliavo. Oggi la lista nascita è una normalità anche qui da noi.

E allora, cosa mettere nella lista nascita di due gemelli?

I must:

  • Passeggino gemellare – il must per ogni mamma di gemelli;
  • Lettini;
  • Lettini da campeggio;
  • Seggioloni classici o da tavolo;
  • Ovetti per trasporto in auto;
  • Marsupi;
  • Sacchi nanna/Paracolpi lettino;
  • Copertine;
  • Accappatoi;
  • Biancheria lettino;
  • Biberon;
  • Sdraiette.

Ne basta uno (per fortuna…):

  • cuscino per allattamento;
  • vaschetta bagno;
  • tiralatte;
  • fasciatoio;
  • carrozzina.

In quantità industriali:

  • pannolini (da considerare anche quelli lavabili);
  • salviettine umidificate;
  • creme e occorrente per il bagnetto;
  • ciucci;
  • body.

Esperienza personale:

Mai e poi mai avrei acquistato due carrozzine singole. In primo luogo per l’aspetto economico. E poi perché le puericultrici raccomandano, soprattutto nei primi mesi, di considerare che i gemelli hanno condiviso per nove mesi uno spazio comune, percependo costantemente la presenza dell’altro. Sicché è opportuno tenerli a stretto contatto, collocandoli persino, finché ci stanno, nella stessa carrozzina. Appena nati, in ospedale, li hanno infatti messi nella stessa culletta, attaccati l’uno all’altro. La cosa mi faceva molta tenerezza e,  tornata a casa, li ho sempre lasciati uniti, prima nella carrozzina e poi anche nel lettino, più o meno fino ai tre – quattro mesi.

Ho inserito nei “must” anche i marsupi. Personalmente, essendo stata spesso da sola con i bambini nell’arco della giornata, li ho usati davvero poco. Per utilizzare due marsupi bisogna essere in due! Chi ha, invece, la possibilità di avere un aiuto o un’altra persona sempre accanto, il marsupio è, soprattutto i primi mesi, un’ottima soluzione.

Le radioline per ascoltare i piccoli a distanza credo siano utili in caso di abitazioni molto vaste oppure su due livelli. In casi diversi, i piccoli li sentirete, ahimè, eccome!

Un’attenzione anche alla mamma:

Quando vado in visita ai nuovi arrivati non mi dimentico mai di colei che ha fatto la fatica maggiore: la Mamma. E allora penso a qualcosa che le possa essere utile in questo particolarissimo momento. Una coccola, insomma. Una crema, un libro (ma che non parli di neonati, tettarelle e tiralatte!), dei trucchi, un diario, un dvd.

Insomma, qualcosa di dedicato espressamente e squisitamente a Lei, in qualità di persona e non di mamma di gemelli.

La mamma apprezzerà, credetemi…

Annunci