Le mie storie

Il giorno in cui conobbi mio padre

Da piccola, mio padre non lo conoscevo. Sempre occupato col suo lavoro (un'attività in proprio che lo portava lontano da casa dalla mattina alla sera) e con la sua passione per il calcio (durante il weekend allenava i giovanissimi che si approcciavano al calcio), era per me un'entità astratta, un semi sconosciuto che ogni tanto… Continua a leggere Il giorno in cui conobbi mio padre

*Vita da mamma

Lo sguardo del padre

mammagisella

Lo riconosci a distanza lo sguardo del padre.

Ti sembrerà uno sguardo complesso, sfuggente o assurdo, dipende, ma una cosa è certa: lo sguardo del padre è decisamente differente da quello della madre.

Tante volte ha a che fare con il fatto che si rivolga a un figlio maschio piuttosto che a una figlia femmina. In quel caso lo sguardo assume sfumature diverse e può essere più o meno morbido, complice o severo.

Al di là di questo,lo sguardo del padre è sempre e altrettanto avvolgente. E parte dalla consapevolezza profonda di essere nettamente diverso da quello materno.

Quasi a dire: “È vero, rimango un passo indietro rispetto a lei, eppure, credimi, quanto ci sono dentro anch’io in questa cosa qua!”.

Quello che più mi colpisce, però, è lo sguardo del padre verso i suoi figli ormai adulti. Troppo semplice, infatti, parlare dello sguardo carico di orgoglio, amore, tenerezza, innamoramento…

View original post 406 altre parole

*Vita da mamma

Una lezione di marketing strategico: il fenomeno L.O.L. Surprise!

So che chi non ha a che fare con delle bambine (che siano figlie, nipoti, cuginette, alunne) lo ignora, ma esistono delle mini doll, delle bambolette per capirci, che sono il sogno di tutte le bambine e l’incubo di tutti i genitori (e nonni, zii, zie, baby sitter...). Sto parlando delle LOL, che altro non… Continua a leggere Una lezione di marketing strategico: il fenomeno L.O.L. Surprise!

Riflessioni semi serie

8 marzo. C’è poco da festeggiare

Il titolo di questo post potrebbe trarre in inganno. Potrebbe far pensare a una critica femminista all'8 marzo che viviamo, a una disquisizione sulla realtà femminile e sulle conquiste o non conquiste sociali delle donne nel 2021, o anche a un vago polemizzare sui femminicidi che si stanno attestando, in tempi di pandemia, su quota… Continua a leggere 8 marzo. C’è poco da festeggiare

*Vita da mamma

Il ritratto della mamma. Differenze di genere

Dopo quasi sei mesi ritorniamo a mangiare al ristorante giapponese del nostro cuore. I vari lockdown e le strette alla ristorazione ci hanno allontanato da lui per molto tempo, ma qualche giorno fa abbiamo scelto di ritornarci. Abbiamo trascorso tantissimi pranzi in questo locale sulle rive del lago. I gestori hanno visto i nostri bimbi… Continua a leggere Il ritratto della mamma. Differenze di genere

Psicologia e dintorni

Sai trattenere un segreto?

A casa nostra usiamo spesso neologismi introdotti in famiglia da parte dei bambini. Il più delle volte sono parole storpiate, altre volte veri e propri termini non riconosciuti dal dizionario che loro si sono inventati di sana pianta e che ormai sono entrati nel nostro linguaggio comune. Fatto sta che il nostro vocabolario si arricchisce… Continua a leggere Sai trattenere un segreto?

*Vita da mamma

Didattica a distanza – giorno 1

Ebbene sì, è arrivato anche per noi il tragico giorno in cui, causa caso di Covid a scuola, cimentarci con la didattica a distanza. Ludovica frequenta la prima media; già ieri sera sul registro elettronico sono state pubblicate le istruzioni per attrezzarsi per la famigerata DAD. Piattaforma da utilizzare, info circa l'utilizzo di account e… Continua a leggere Didattica a distanza – giorno 1

E oggi non parlo di bambini

Verso uno stile di vita (più) sano!

Un anno fa scrivevo un post ironico, ma non troppo, sull'Intuitive Eating. Oltre a fare la spiritosona sulle nostre abitudini alimentari errate e su un benessere psicofisico solo apparente, però, non sapevo - povera tapina - che di lì a poco mi sarei imbattuta in uno smartworking preventivo (ossia lavoro da casa in pianta stabile)… Continua a leggere Verso uno stile di vita (più) sano!

Riflessioni semi serie

Di nuovi inizi e del valore di un semplice “Come stai?”

Ebbene sì, il 2021 è iniziato già da un po' e non è che si sia lasciato attendere poco, visto il malandato 2020. Non è bello constatare che ormai associ il nuovo anno alla visita del tecnico per il collaudo della caldaia. E anche quest'anno lo attendi sull'uscio col sorriso e gli dici: "So che… Continua a leggere Di nuovi inizi e del valore di un semplice “Come stai?”

*Vita da mamma

Non li ascoltare! O forse sì.

Mi sono dannata per anni a ritrattare le letterine destinate a Babbo Natale, perché figurava sempre il giochino elettronico, il videogioco o qualsiasi altra diavoleria che richiedeva prese e pile. Per non parlare dei cuccioli interattivi. La Chicchi, in particolare, ne è ancora attratta. Io non li posso vedere… Abbiamo avuto, nell'ordine, il chihuahua da borsetta… Continua a leggere Non li ascoltare! O forse sì.